L’archivio digitale: amico o nemico?

Uno degli strumenti essenziali per qualsiasi storico e ricercatore è l’archivio. In condizioni ideali l’archivio (indifferentemente dal fatto che si tratti di un archivio fisico, digitale o a doppio stato) dovrebbe essere impostato sin dal primo momento, tenendo conto delle proprie preferenze ed esigenze. Uno dei compiti più difficili e, francamente, anche tra i più pallosi, è quello di tenere l’archivio aggiornato.

Personalmente ho impostato un file excel con i campi di mio interesse e speso infinite ore a compilare il foglio, voce per voce. Arrivato a 10000 documenti credevo di aver realizzato uno strumento veramente valido…. e per un po’ la cosa ha anche funzionato. Poi con l’apertura di diversi archivi e collezioni mi sono ritrovato con una massa di dati enorme (al momento stiamo un pelo sopra ai 245.000 documenti per 1.13 Terabyte).

Concretizzatasi prima come Kipple, per poi collassare in un buco nero, questa enorme mole di dati assorbe un’equivalente quantità di tempo in gestione, sincronizzazone ed aggiornamento. Quindi sfrutto ogni possibile finestra di tempo libero per portare avanti il lavoro di aggiornamento del foglio excel. Domenica, visto che avevo quattro ore di treno davanti, ho iniziato a recuperare il terreno perso negli ultimi mesi.

Tra la marea di cose ancora da classificare, ho deciso di attaccare la cartella SM.84, che contiene circa 1300 tra disegni e foto dell’apparecchio.

Qui di seguito due delle decine e decine di disegni inediti digitalizzati.  che ve ne pare?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.