convegno sui beni storico-aeronautici

Questa settimana a Trento si e’ consumata una due giorni intensa ed interessantissima:

martedì 8 c’è stata l’ufficializzazione dell’acquisizione dell’archivio storico Caproni da parte della provincia autonoma di Trento. Si parla di 600 metri lineari di documenti, e le (poche) anticipazioni presentate mi hanno fatto saltare sulla sedia; Neva Capra, l’organizzatrice del convegno, ha auspicato la creazione di una piattaforma online per la condivisione e identificazione del materiale. Speriamo vivamente si concretizzi questo ambizioso progetto.

La giornata di mercoledì 9 si è invece concetrata sulla situazione e gli sviluppi auspicabili nella gestione del patrimonio storico-aeronautico, con interventi da parte dei curatori dello FAA museum, Le Bourget, Smithsonian….. e del sottoscritto. Dovendomi misurare con tali mostri sacri, facile immaginare le dimensioni galattiche raggiunte dalla mia ansia da prestazione. Per fortuna l’intervento è stato apprezzato, persino dai serissimi archivisti, che hanno ridacchiato alle mie battute.

Un’esperienza esaltante, che mi ha permesso di misurarmi con le migliori realtà del mondo del restauro aeronautico.

Paolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto