Diverso Diverso

visto il successo dell’ultimo post, abbiamo pensato di continuare a presentare alcuni dati che saranno integrati nella mia tesi…. e molto probabilmente nel capitolo V dello S.79.

Oggi pubblichiamo alcuni dati che sono stati parzialmente pubblicati solo nei capitolo III e IV dedicati rispettivamente allo S.79K e allo S.79NS. La tabella si riferisce alla posizione (espressa in percentuale) del centro di gravità (a pieno carico, a vuoto e del carico bellico) di alcuni aerei da bombardamento.

Particolarmente interessante il valore del CGb che fa vedere quanto poco sia cambiato nella linea evolutiva dei bombardieri SIAI, ovvero S.79K S.79NS S.89 e S.M.84.

Tutto questo a causa dell’ala bassa SIAI di legno in pezzo unico, che costringeva a d installare il vano bombe dietro di essa. A titolo di paragone il valore del BR.20 (ala metallica mediana) era 3,75 volte inferiore. Non stupisce quindi la necessità di adottare il piano di coda orizzontale ad incidenza variabile o le famigerate alette di compensazione sugli S.79. Le variazioni di assetto e comportamento del velivolo in fase di sgancio del carico bellico dovevano essere davvero drammatiche.

Come effetto collaterale, questo alto valore di CGb comportava anche l’adozione di un piano di coda portante per compensare la “coda pesante” dei velivoli Marchetti.

Si ringrazia Bruno Fochesato per aver fornito i preziosissimi valori del Br.20

2 thoughts on “Diverso Diverso

  1. SM 89 non era un bombardiere ma il prototipo di un aereo da assalto su base S 79 di cui conservava solo l’ala.
    Inoltre questa è la prima volta che sento di un S 79 NS. Forse intendete l’unico prototipo di S 79 bis (bideriva con motori Piaggio)?
    Grazie per l’attenzione
    Francesco Torri
    La Spezia

    1. Buonasera Francesco, inizialmente lo S.89/S.M.89 era un’evoluzione dello S.79. Venne presentato in conrcorso alla Regia e respinto per prestazioni insufficienti. Per motivi che ci sfuggono, Marchetti adorava riciclare i numeri per progetti successivi. Lo S.M.89 a cui fa riferimento lei era un distruttore derivato dallo S.M.84, non dal 79

      Allo S.79NS e al realtivo sviluppo abbiamo dedicato un intero libro. Nessuno (nemmeno Borgiotti e Gori) erano andati tanto a fondo da trovare il relativo faldone. La variante S.79Bis fu quella con motori Alfa 128 e senza la gondola del puntatore, sviluppata come silurante.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Related Posts

Begin typing your search term above and press enter to search. Press ESC to cancel.

Back To Top